news

La Mater va a Taviano per il primo test amichevole

Prosegue a ritmi serrati la preparazione atletica per la Materdominivolley.it Castellana Grotte, club impegnato nelle competizioni di volley maschile giovanile.

Presso “Casa Mater”, il palazzetto castellanese giallo-blu dell’I.I.S.S. “Consoli-Pinto” di Via Rosatella, la quarta settimana di sedute di allenamento fisico e tecnico vede i gruppi Under 19, U17 ed U15 impegnati tra scuola e gommato sotto le attente cure di mister Luca Leoni, coordinatore tecnico del progetto dell’accademia, coadiuvato dal vice Giovanni Deligio e dal preparatore atletico Angelo Polignano.

In calendario c’è già il primo allenamento congiunto che si terrà giovedì 30 Settembre in trasferta salentina contro il Taviano -serie B- (LE) con prima battuta alle ore 17.00. Test, quest’ultimo, importantissimo soprattutto in prospettiva dell’imminente partecipazione al prossimo campionato nazionale di serie B (la Mater è inclusa nel girone L – debutto in casa il prossimo 16/10 contro Leverano) a cui parteciperà la selezione U19. Invece, per la categoria U17 e la fascia più giovane U15 il presidente Michele Miccolis ha in programma la partecipazione al campionato regionale di serie C.

 “Il campionato di serie B – commenta il primo tecnico Leoni – è per noi di particolare importanza con l’obiettivo di ben figurare in una competizione che ci metterà seriamene alla prova. La serie B rappresenta un percorso di crescita che inizia il prossimo sabato 16 ottobre e si concluderà il 26 marzo 2022, ben 22 gare che porteranno i nostri ragazzi a maturare importanti esperienze contro giocatori sicuramente più esperti in vista delle finali nazionali giovanili a cui auspichiamo di arrivare il più preparati possibile.

Il concetto di crescita – conclude l’allenatore ligure classe ‘81- è inteso in senso lato, in quanto il nostro lavoro va ben oltre il volley praticato in palestra in quanto occorre garantire assistenza quotidiana ai ragazzi, soprattutto minorenni, nella gestione degli impegni scolastici e del loro tempo libero. Un impegno che richiama la dirigenza e lo staff tecnico a grande responsabilità e richiede ai ragazzi di attenersi ad una rigida disciplina”.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter