news

Verso la sfida contro Casarano. Sansone “Daremo il massimo, come sempre”. Susco: “Giocheremo con determinazione”

CASTELLANA GROTTE – Prosegue a pieno ritmo la preparazione della Materdominivolley.it in vista della trasferta in programma a Casarano contro la Leo Shoes di Fabrizio Licchelli.  Appuntamento per domenica 21 febbraio alle 17.30. 

La squadra salentina, trascinata dal centrale Muscarà, nell’ultimo turno ha superato il Galatone, piazzandosi così in seconda posizione alle spalle della capolista Casarano.

“Sarà una sfida molto stimolante” – dichiara il secondo allenatore Francesco Sansone, che aggiunge – “Affrontiamo una squadra costruita per ottenere un piazzamento importante, in quanto è composta da tanti giocatori che hanno militato in serie A2 e per questo sarà per noi un’altra tappa fondamentale per continuare il nostro percorso di crescita. Cercheremo di dare il massimo come sempre”.

Francesco Sansone

Sfida importante alla quale precede una settimana di preparazione dopo la sconfitta casalinga rimediata nell’ultimo turno. “Dopo la gara contro Turi abbiamo continua a lavorare come al solito con tanta serenità in quanto l’atteggiamento dei ragazzi nella partita di sabato ci è piaciuto tanto, considerando che avevamo in campo quattro ragazzi del 2004 e giocavamo contro una squadra molto esperta della categoria”. 

Parere analogo anche per il giovane libero Luca Susco (nella foto di copertina), che analizza la prossima sfida della Materdomini. “Sicuramente andremo a Casarano sapendo di incontrare una squadra ben organizzata, ma con la consapevolezza che il percorso che stiamo facendo è curato in ogni dettaglio dal nostro staff. La base dalla quale partiamo è abbastanza solida, e l’obiettivo è comune per tutti. La voglia di fare bene è tanta e certamente, con un gruppo come il nostro, essere uniti è molto più facile. Affronteremo la sfida di domenica con serenità e determinazione”.

Il tutto sarà coadiuvato dalla coesione del gruppo. “Siamo una squadra molto unita” – prosegue Luca Susco, che parla della sua esperienza nel club gialloblù – “Questo è il quarto anno che lavoro con questa società, dove l’ambiente ci porta a richiedere sempre di più da noi stessi per il bene comune ed individuale. Sono arrivati molti ragazzi nuovi che sicuramente hanno migliorato di anno in anno la qualità” – conclude il giovane libero – “ma nonostante questo la compattezza all’interno dello spogliatoio rimane la stessa”.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter