news

Esordio in B con quinto set da un punto. Mater-Leverano: 2-3

Prima gara, primo prezioso punto per la Materdomnivolley.it Castellana Grotte, club impegnato nella promozione della pallavolo giovanile. Al Pala Grotte di Castellana nella prima di campionato di serie B (girone L), giocata ieri 16 Ottobre alle ore 16.30, tra Mater e Volley Leverano è finita 2-3 (set: 18-25, 25-23, 25-19, 18-25, 5-15).

Un punto importantissimo per la squadra di capitan Alessandro Fanizza che ha capitalizzato nella prima del torneo il primo risultato utile in una gara intensa, condotta anche in vantaggio (2-1), dove le emozioni da esordio e qualche inesperienza in campo hanno premiato la qualità tecnica degli ospiti.   

Luca Leoni, coordinatore tecnico del progetto giovanile della Mater, schiera la propria selezione U19: Fanizza, capitano in cabina di regia, opposto a Cofano con Cicolella e Balestra al centro, Carta e Guadagnini laterali, Susco L. con la maglia del libero.

Il tecnico salentino Andrea Zecca risponde con un sestetto di spiccata esperienza: Laterza al palleggio, Orefice (O) con striscia di capitano, Serra e Scrimieri (C), Marzo e Conte (S), Barone (L).

La Partita:

I set: Partenza sprint per la formazione di casa che trova subito il vantaggio 9-5. Leverano subisce la prima frazione di set ma si rimette subito in gara e trova la concentrazione sul 17 pari. Segue un assolo salentino che si conclude 18-25.   

II set: Equilibrio fino al 4-4, scatta la Mater che trova due break importanti: 8-5 e 12-9. Si va sul pari 12 con Scrimieri insidioso in battuta. Situazione di stallo fino al 18 pari, poi c’è il 19-21 sempre con Scrimieri al servizio. Conte trova il 20-22. Cofano tiene testa 21-22. Balestra in battuta segna il 23-22. Capitan Fanizza al servizio trascina i suoi sul 25-23 e rimette in gioco la squadra di casa.

III set: Cofano sugli scudi e con un servizio velenoso trova anche l’ace del 6-3. Intesa perfetta tra l’opposto e palleggiatore del Castellana, ed è 8-5. Carta e Cicolella centrano il 10-6. Time out di Zecca. Si riprende con Cofano dalla seconda linea 11-6. Cicolella stampa in veloce il 13-8. Sempre l’opposto Mater al servizio raggiunge il 15-9. Leverano con Scrimieri al servizio si avvicina 15-11. Lace di orefice vale 16-13, lo stesso accorcia 17-15. Fanizza al servizio porta i suoi sul 21-15. Marzo stoppa sul 21-16 e gli ospiti segnano con Serra in battuta + 2. Leoni richiama tutti dalla panchina.  Cofano non sbaglia i successivi 2 punti è 23-18. Sempre Cofano con forza fa carambola muro-tribuna: 25-19.

IV set: Avvio sulla linea dell’equilibrio 7 pari. Leverano tenta l’allungo con Scrimieri al servizio 10-13. Leoni chiama break. Segue una serie di errori della formazione più giovane: 12-16. Conte mette a terra la palla del 17-13. Nuovo pausa chiesta da Leoni ma Leverano macina punti, la Mater insegue a 17. Finisce: 18-24.

V set: I leccesi provano a scappare con Conte al servizio, al cambio campo è 5-8. Segue il giallo per proteste assegnato a Carta. La Mater si inceppa. Ne approfittano Laterza e compagni che sfruttano le amnesie dei padroni di casa. La vittoria arride al Leverano (5-15) che afferma il proprio peso specifico.

Arbitri: Francesco Di Maria e Luca Filomeno

Durata set: 24′, 27′, 25′, 24′, 13′

Errori in battuta: Castellana 15, Leverano 9; Ace: Castellana 3, Leverano 5; Muri vincenti: Castellana 4, Leverano 11.

Mister Leoni, a caldo nel post partita, ha così commentato: “Come esordio posso affermare che siamo stati bravi. Abbiamo tenuto testa, per certi versi anche con sfrontatezza, ad una squadra allestita per il vertice della classifica con un regista in campo quale, Andrea Laterza, palleggiatore di assoluta esperienza. Questo punto di deve spronare a lavorare sodo in allenamento perché sono certo che, ad oggi, siamo ancora lontani da quello che possiamo dimostrare in questa competizione”. 

A fine gara grande fair play tra le due formazioni e fra gli applausi reciproci c’è stata anche l’occasione per riabbracciare l’ex di giornata: Luca Marzo, schiacciatore di Ravenna, classe ’94, cresciuto nel vivaio Mater (in giallo-blù nelle stagioni: 2011/2012 di B2 e 2014/2015 di A2).

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter