news

Mater: tra serie B e “Memorial Franco Castiglia” vince lo sport

Si conclude un fine settimana intenso per la Materdominivolley.it Castellana Grotte, sodalizio impegnato nella promozione del volley maschile giovanile, tra emozioni agonistiche e ricordi. Sabato pomeriggio, infatti, è andata in scena la serie B con la terza giornata di campionato ma ad aver regalato all’accademia del volley giovanile di Puglia le vibrazioni più intense è stata la giornata di domenica 31 in cui si è disputato il “Memorial Franco Castiglia”, quadrangolare amichevole giocato al meglio dei 3 set su 5. Un’intera giornata di pallavolo dedicata al ricordo del compianto tecnico giallo blu, tragicamente scomparso per Covid lo scorso 8 Maggio all’età di 60 anni, bandiera non solo del volley cittadino ma anche dell’intero movimento pallavolistico regionale.   

Il torneo tenutosi dalle ore 9.00 a seguire presso “Casa Mater“, palazzetto annesso all’ I.I.S.S. Consoli-Pinto in via Vitantonio de Bellis, è stato assegnato alla New Mater vincente nella finalissima 3-1 contro la Materdominivolley.it guidata dal coordinatore tecnico Luca Leoni che ha schierato la propria selezione U17 (entrambi i sodalizi hanno partecipato con le proprie squadre di serie C). Bronzo per la Pallavolo Fasano, allenata da Piero Acquaviva vincente (3-2) nella finalina contro il GS Atletico Sammichele di Bari di mister Marco Castellana, (entrambe formazioni impegnate in serie D).

Le considerazioni sull’iniziativa, fortemente voluta dal presidente dell’Accademia, Michele Miccolis, vanno oltre il risultato in campo, quand’è proprio lo sport il protagonista nel ricordo di un figura amata e rispettata per le proprie qualità umane e professionali. Tra l’altro, la finale, tutta castellanese, è stata anche crocevia di affetti generazionali, infatti, il tecnico della New Mater, Francesco Guglielmi, ha ritrovato oltre la rete proprio suo figlio, Diego (S), viceversa, Ivan Cisternino, opposto-schiacciatore, della New Mater ha incrociato la madre Simona Rizzi, team manager della Mater, intrecci di relazioni ad ulteriore testimonianza che la pratica sportiva è vita ed i colori gialloblù rappresentano per il territorio un’intera ed unica famiglia.

A chiusura Miccolis: “E’ stata una maratona intensa ma sono davvero felice della bella riuscita di questa giornata nel ricordo del nostro amato Franco. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito all’ottima riuscita dell’iniziativa e rivolgo i miei complimenti alla vincitrice. Oggi abbiamo inaugurato un appuntamento stagionale che diventerà un vetrina importante per quei valori a cui Franco ha dedicato la propria professione”.

SERIE B: Seconda prova casalinga in salita per la Mater che sabato, 30 Ottobre, al Pala Grotte, con prima battuta alle ore 16:30, ha passato l’intera posta alla Energy Time Spike Campobasso 0-3 (20-25; 22-25; 16-25). Nell’incontro valevole per la terza giornata del campionato nazionale di serie B (girone L) la formazione U19 schierata da Luca Leoni cede il passo ai rossoblù di capitan Santucci in giornata di particolare grazia. Per il club di casa, nel primo stop stagionale da 0 punti, non si ravvisano comunque demeriti ma solo importanti indicazioni su cui continuare a lavorare. Infatti, il sestetto guidato in campo da capitan Alessandro Fanizza ha dimostrato, soprattutto nei primi due set, di tenere il gioco avversario ben attrezzato da una notevole componente d’esperienza e di maturità tecnica.  

La Partita:

Luca Leoni, coordinatore tecnico del progetto giovanile della Mater, schiera: Fanizza capitano in cabina di regia opposto a Cofano con Cicolella e Balestra al centro, Calcagni e Guadagnini schiacciatori, Susco L. e Luzzi in tandem alternato con la maglia del libero. Entrati Carta e Lorusso, non entrati Susco A., Guglielmi, Buffo e Galiano.

Il tecnico Mariano Maniscalco risponde con un sestetto di spiccata esperienza: Parisi al palleggio, Saraceno (O), Picardo e Mitidieri (C), Santucci (capitano) e Rescignano laterali e Maiorana (L). Entrati Cannata, Sandonnini, De Socio e Ceccato, non entrati Suloma e Maiorana. F.

I set: Partenza in equilibrio con accelerazioni giallo-blu e recuperi molisani. Proprio sul 17 pari dopo un recupero degli ospiti Leoni chiede tempo ma gli avversari segnano un + 3. Il mister chiama nuovamente in panchina i suoi per un richiamo a maggiore concentrazione. Capitan Fanizza ci riprova con + 2 ed è time-out per il Campobasso. Il doppio muro su Cofano e su Guadagnini segna il 19-24. Finisce 20-25.

II set: punto su punto avvio in equilibrio. Cofano tenta l’allungo sul lungolinea 13-11. Saraceno riporta i suoi sul 16 pari ma sempre Cofano in diagonale stretta centra il 18-16. Pausa per Maniscalco. Mitidieri al servizio riaggancia a 18. Saraceno tenta lo slancio 19-20 e Leoni ferma il gioco. Subito Balestra in veloce pari 20. Picardo risponde al centro 20-22. Ancora tempo per Leoni. Riscignano schiaccia la ventitreesima palla 21-23. Segue una imprecisione Mater ed è 21-24. Il secondo set finisce con il pallonetto di Riscignano 22-25. 

III set: Partenza in salita per la Marter ed è subito 2-6 al primo tempo chiamato da Luca Leoni. Santucci, insidioso al servizio, si porta 3-9. Il secondo break è 7-16. Entra Carcagnì per Carta e segna l’8-17. Serie di imprecisioni giallo-blù, sul 13-23 entra Cannata per Santucci che piazza il 14-24 ed il 16-25.

Leoni a fine incontro: “Non ci esaltiamo per le vittorie e non ci affossiamo per le sconfitte. Occorre solo lavorare a testa bassa, fare esperienza e prendere il meglio anche da questa sfida dove per i primi due set abbiamo comunque tenuto testa ad un avversario che ha espresso un’ottima prestazione. Nel terzo set c’è stata qualche imprecisione di troppo ma tutto questo fa parte del percorso di crescita a cui tutti ci stiamo dedicando con passione ed impegno”.

In foto, in occasione del “Memorial Franco Castiglia” da sinistra il presidente Miccolis con Onofrio D’Aprile della New Mater e Lucia Ivone, moglie di Franco Castiglia.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter